sciarpa-cashmere-elegante.jpg

La Vicuña, o Vigogna, è una delle fibre più fini e pregiate al mondo. Ancor più prestigiosa del cashmere, questa lana è nota anche come "Fibra degli Dei".

La vicuña si è guadagnata questa fama grazie alle sue caratteristiche di finezza, morbidezza ed esclusività.

Avendo una fibra di diametro pari a 12 µm, più sottile del cashmere che arriva a 15 µm, si può paragonare all'antico e proibito shahtoosh indiano.

Vigogna: storia e caratteristiche del tessuto

Ma partiamo dalle origini... Da dove arriva la vicuña? Si tratta di un camelide che vive sulle Ande, in Sud America. Le estreme variazioni climatiche a cui è sottoposta, vivendo ad altitudini trai 3.200 e i 4.800 metri, rendono la sua lana la più morbida e raffinata al mondo. Il suo sottovello, che è lo strato utilizzato per la produzione di abbigliamento, è composto dai peli morbidi e ultra fini e ha alta capacità di termoregolazione.

La lana vigogna veniva utilizzata dagli antichi Inca per tessere le vesti del re, mentre al popolo non era permesso di uccidere questi meravigliosi animali, né tantomeno di indossare il loro manto. La tosatura stagionale era, ed è tuttora, una cerimonia sacra che coinvolgeva l'intera comunità.

Avveniva ogni quattro anni a fine estate, attraverso la cerimonia del Chakku, in cui le comunità locali spingevano le vigogne in recinti in cui avveniva la tosatura e successivamente le liberavano sotto la supervisione del re. Il rituale della tosatura della vicuña non mise mai in pericolo la sua sopravvivenza, come invece successe nel periodo successivo.

Infatti, a causa degli interessi economici, a seguito della colonizzazione spagnola alla fine del 1400, la caccia di questo animale raggiunse livelli così alti da farla sembrare una specie destinata a sicura estinzione. Numerosi decreti vennero emessi a salvaguardia della specie, ma non sortirono effetti, fino ad arrivare, nel 1965, a contarne solo 5.000 esemplari.

Situazione della Vigogna oggi

Finalmente, nel 1969 venne inserita nella lista delle specie a rischio e la CITES (convenzione internazionale che regola il commercio di animali e piante in pericolo) sancì la fine del suo sfruttamento decretando la vicuña una specie con massimo grado di protezione. Ora la vicuña è protetta da un consorzio che permette agli allevatori locali di ricavare legalmente un reddito, riportando sul mercato questa fibra e proteggendo gli animali dal bracconaggio.

Ad oggi, il vello del delicato camelide viene tosato a mano solo ogni due anni, in primavera, o raccolto lungo i percorsi degli altipiani andini, nel rispetto del suo stato selvatico.

stola-cashmere-elegante.jpg

Lana di vigogna prezzo

Ogni singolo esemplare produce solo 200 grammi di fibra ogni due anni: pensate che per realizzare un cappotto è necessario il vello di ben 35 vicuñe.

Questa scarsità di produzione contribuisce ad aumentare il valore della sua lana, rendendola ancora più preziosa. Il prezzo della lana di vicuña (o vigogna) non lavorata è di oltre 400$ al chilogrammo, mentre per il filato pronto da tessere si arriva a circa 2000$.

Acquista ora Vigogna Online

Proprio per offrire il meglio anche ai clienti più esigenti, abbiamo introdotto tre nuovi articoli esclusivi:

Queste stole sono il perfetto connubio tra il tessuto più prestigioso al mondo e il nostro metodo di produzione brevettato per la lavorazione delle fibre tessili extrafini.